Crea sito
Dati meteorologici: grafici Temperatura, stazioni online da ARPA PIEMONTE

 L'IMMAGINE SI FERMA  passandoci sopra con la freccia del mause

 ESCAPE='HTML'

Previsioni Piemonte

 ESCAPE='HTML'

 AVVIO DI SETTIMANA VENTOSO, POI PIU' FREDDO

 Avvio di settimana caratterizzato da correnti settentrionali sul Nord Italia che favoriranno ancora episodi di foehn sulle pianure e di tramontana in Liguria con cieli in prevalenza di cieli soleggiati e tersi e temperature ancora inizialmente miti. Con il passare dei giorni il clima diverrà via via più freddo e pienamente invernale. Il tempo sarà comunque in prevalenza asciutto per gran parte della settimana, ad eccezione della Liguria che potrebbe essere interessata da mercoledì da qualche precipitazione, specie sul comparto di Levante.

  

Previsione meteo Piemonte martedì, 11 dicembre Ultimo aggiornamento il 10 dicembre ore 19:56 : Insistono ancora correnti settentrionali sul Nord Italia, garanzia di una bella giornata di Sole su tutta la regione. Cieli sereni o poco nuvolosi salvo per qualche addensamento residuo sui crinali di confine. Temperature in lieve calo a tutte le quote, con massime comunque ancora oltre i 10°C in pianura (intorno ai 15°C in Liguria) . Venti moderati da Nord sul Ligure,

  Previsioni emesse il  10/12/2018   da ARPA piemonte per     Lunedi 10 dicembre

 NUVOLOSITÀ: cieli sereni, con nuvolosità irregolare nelle valli alpine nordoccidentali, in diradamento e limitata alle creste di confine in serata.
 

PRECIPITAZIONI: deboli nevicate sulle zone di media ed alta valle alpine nordoccidentali e settentrionali; in graduale attenuazione e limitate alle creste di confine in serata.

ZERO TERMICO: in calo fino ai 1300-1500 m a nord e 1700-1900 m a sud in serata, sui 1000-1200 m sui rilievi alpini occidentali e settentrionali.
TEMPERATURE: minime in aumento, massime in diminuzione
VENTI: venti da nordovest su tutta la regione, con iniziali condizioni di foehn ancora presenti su tutta la regione, forti o molto forti in montagna e nelle valli, moderati in pianura. In progressiva attenuazione nel corso del pomeriggio all'interno delle vallate alpine nordoccidentali, sulle pianure e sul settore appenninico.

 

   Previsioni emesse il  10/12/2018   da ARPA piemonte per    Martedi 11 dicembre

 NUVOLOSITÀ: cielo sereno o poco nuvoloso, con locali addensamenti sui rilievi al confine con la Liguria dal pomeriggio.
 

PRECIPITAZIONI: assenti, salvo residue deboli nevicate sulle creste di confine settentrionali al primo mattino.

ZERO TERMICO: in calo fino ai 1100-1200 m.
TEMPERATURE: minime in diminuzione, massime in diminuzione
VENTI: moderati o localmente forti nordoccidentali sulle Alpi, in attenuazione, deboli o localmente moderati da nord-nordest sull'Appennino, in rotazione da sud in serata; deboli prevalentemente occidentali in pianura.

 

     Previsioni emesse il  10/12/2018   da ARPA piemonte per     Mercoledi 12  dicembre

 NUVOLOSITÀ: per lo più soleggiato al mattino con velature in transito da metà giornata ed addensamenti irregolari sul basso Piemonte. Più nuvoloso dal tardo pomeriggio ad eccezione del Verbano e Biellese dove persisteranno condizioni più soleggiate.

PRECIPITAZIONI: dal pomeriggio deboli nevicate sparse sui rilievi occidentali e meridionali.

ZERO TERMICO: in calo tra gli 800 m ed i 1000 m.
TEMPERATURE: minime in diminuzione, massime in diminuzione
VENTI: moderati da ovest-nordovest sulle cime alpine, deboli o localmente moderati sull'Appennino, meridionali in rotazione da nordest nel corso del pomeriggio, calmi o deboli variabili altrove.

 Mappa Radar Italia-Le fulminazioni in tempo reale e nel corso delle ultime 2 ore. Powered by: Meteociel

 ESCAPE='HTML'

                                                          meteo@regione.vda.it 
   
  REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA  UFFICIO METEOROLOGICO
BOLLETTINO di lunedì 10 dicembre 2018     ore 11:35

SITUAZIONE

Pressione rilevata ad Aosta alle ore 7.00: 1020 hPa.
La nostra regione è attualmente al limite tra un'alta pressione centrata nei pressi del Golfo di Biscaglia e una vasta saccatura avente minimo barico nei pressi della Svezia. Ne conseguono ancora correnti intense, foriere di nuvolosità e qualche precipitazione, soprattutto sulla dorsale. Da domani i flussi tenderanno ad attenuarsi gradatamente e la struttura anticiclonica prenderà temporaneamente il sopravvento, favorendo condizioni più soleggiate, prima di tornare a competere con la citata depressione che porterà a una nuova variabilità atmosferica.

MARTEDÌ 11 DICEMBRE 2018
Sereno o poco nuvoloso per qualche addensamento sulla dorsale di confine al mattino.
Venti: 3000 m NW da moderati a forti; foehn nelle valli.
Temperature:  in calo.
Zero termico: 1000 » 1300 m; T 1500 m: -6 » -3 °c; T 3000 m: -13 » -15 °c; 
Pressione: in lieve calo.
Segnalazioni: nulla da segnalare.
Attendibilità: 4/6

                               DA GOOGLE MAP  posizione stazione meteo Muzzano

 Clicca sull'immagine meteobook , per leggere tutti gli articoli

 Il muro del Foehn

10 Dic 2018

Foehn, cos’è esattamente questo misterioso fenomeno? Beh di misterioso ha ben poco; quando una flusso d’aria impatta più o meno perpendicolarmente una catena montuosa è costretta a sollevarsi in blocco per scavalcarla. Il sollevamento porta alla condensazione del vapore acqueo contenuto nella massa d’aria in arrivo con produzione di nuvolosità e talora anche di precipitazioni. Il fenomeno è noto con il nome di sbarramento.

Nell’immagine un classico esempio di muro del foehn alpino da nord che si staglia a settentrione del lago di Como in alta Lombardia. Foto di Stefano Anghileri.

Sul versante opposto invece abbiamo il fenomeno opposto, ossia il Foehn, o Favonio che dir si voglia; la massa d’aria, esaurito il proprio contenuto di umidità al di là delle creste montuose, scende e si asciuga con un processo detto di “compressione adiabatica”. Orbene, a questo punto la domanda sorge spontanea: cosa accade nel punto in cui la nuvolosità presente sul versante sopravvento inizia a dissolversi? Si crea una barriera nuvolosa parallela alle creste sommitali della nostra catena montuosa che a volte può essere visibile anche dal versante interessato da Foehn e che denota la presenza del fenomeno. Questo muro di nubi prende il nome di “muro del Foehn”.

Da cosa dipende la presenza o meno di questo fenomeno? Due sono i fattori principali da tenere in considerazione:

1) La velocità della corrente a getto in alta quota. 
In questo caso il vento molto forte in quota riesce a sospingere gli ammassi nuvolosi presenti sui versanti sopravvento, anche su quelli sottovento, con il muro del Foehn che può allungarsi anche per oltre 10 chilometri oltre la linea di cresta. In questo caso le eventuali precipitazioni presenti oltralpe riescono a spingersi oltre la cresta spartiacque entrando in ambiente favonico.

2) L’umidità della massa d’aria in arrivo.
Se la massa d’aria che impatta la catena montuosa è in origine molto umida, la costruzione nuvolosa lungo i versanti sopravvento risulta bene organizzata e di notevole spessore. In questo caso il muro del Foehn risulta bene evidente subito a ridosso delle creste montuose spartiacque e a tratti può anche sfondare lasciandosi sfuggire alcune bande nuvolose e qualche breve precipitazione.

 Clicca sull'immagine  del logo per avere le previsioni  su Muzzano ora per ora da 3B meteo

     

    ATTENZIONE: Le previsioni di Meteomuzzano come tutte le previsioni meteo moderne, sono basate su carte sinottiche immagini radar-satellitari e soprattutto modelli matematici computerizzati e vanno prese come indicazioni e non come certezze. L'affidabilità previsionale è quasi massima entro le 24/48 ore dopodichè perde di affidabilità col passare dei giorni. I lettori sono pregati di prendere atto che le previsioni meteo sono solo indicazioni e non certezze e come tali vanno prese.

     

                                    PREVISIONE 3B METEO  11/12/2018  MATTINA

     ESCAPE='HTML'

                                                    PREVISIONE 3B METEO PER OGGI: POMERIGGIO

     ESCAPE='HTML'

                                                   PREVISIONE 3B METEO PER OGGI: SERA

     ESCAPE='HTML'

     ********************************************************************************

     Previsione meteo per l'Italia martedì, 11 dicembre

    Ultimo aggiornamento il 10 dicembre ore 20:45

    Nord

    Bel tempo con cieli sereni o poco nuvolosi su tutte le regioni. Temporanei addensamenti su Alpi orientali ma senza fenomeni rilevanti. Temperature in calo, massime tra 8 e 12.

    Centro

    Bel tempo con cieli sereni o poco nuvolosi sulle peninsulari, pochi e innocui addensamenti in Sardegna. Temperature in calo, massime tra 10 e 12.

    Sud

    Residui addensamenti e ultimi piovaschi tra Molise e Gargano in esaurimento per il pomeriggio, sereno o poco nuvoloso altrove. Temperature in lieve calo, massime tra 12 e 15.

      __________________________________________________________________________________

       Se le ciminiere sono destinate a non sopravvivere al passato,rimane ancora viva nel gergo dei lavoratori tessili biellesi la frase  con cui si comandava un tempo di mettere in moto il macchinario.    " DAI ACQUA! 

      Il video del 1991 ne racconta la storia.